13 Dicembre 2021

Comunicazione interna: i 4 nuovi trend per il 2022 - Parte #2

 

La comunicazione interna in azienda: 4 nuovi trend per il 2022 da tenere in considerazione - Parte #2In questo precedente articolo si sono analizzati i primi 3 trend relativi alla comunicazione interna in fase post Covid, ovvero:

  1. La comunicazione interna ottiene un ruolo centrale in fase decisionale
  2. I leader devono essere anche dei buoni comunicatori 
  3. La comunicazione interna necessita di misure più sistematiche

 

Ecco altri 4 trend per il 2022 in materia di comunicazione interna da tenere in considerazione.

4) Le email come strumento strategico importante della comunicazione interna nel 2022 

Nonostante si pensi che l’email marketing e l’utilizzo delle email per la comunicazione interna sia una strategia ormai superata e non performante, è vero esattamente il contrario. Le email sono utilizzate da ben 4,03 miliardi di persone (fonte: Kinsta) e la pandemia ha aumentato l’uso di questo strumento di comunicazione: dopo il lockdown del 2020 infatti si è evidenziato un aumento del numero di email inviate e ricevute quotidianamente dagli impiegati delle aziende (fonte: Statista).

 

L’utilizzo delle email in comunicazione interna è fondamentale in tre casi specifici: 

 

  • Comunicazioni urgenti e importanti: fornire informazioni importanti in materia di sicurezza o di crisis communication;
  • Uso delle newsletter aziendali che includano tutte le informazioni più importanti di un dato periodo. Questo tipo di email dovrebbe essere inviata regolarmente, ad esempio su base mensile;
  • Comunicare a specifici gruppi target (executive, team commerciale, ecc.), in forma di newsletter fornendo per esempio importanti update tematici.

5) L’utilizzo di influencer interni in maniera strategica

Chi sono gli influencer interni in un’impresa? Come utilizzarli nella strategia di comunicazione? Come nelle nostre vite private, gli influencer sono importanti anche nel contesto aziendale e sono sempre esistiti negli ambienti di lavoro. 

È importante creare una strategia dedicata agli influencer interni che sia integrata e allineata con la strategia di comunicazione.

 

Gli influencer interni hanno le seguenti caratteristiche:

  1. Grande motivazione intrinseca, ovvero sono particolarmente impegnati e motivati anche senza un obiettivo specifico;
  2. Sono totalmente impegnati nel ruolo che ricoprono;
  3. Possiedono un forte network di relazioni e sono leader in una community.

 

Una volta inquadrati questi soggetti, è importante ascoltarli attentamente e comprenderne le motivazioni. Determina se i topic dei tuoi influencer interni sono strategicamente rilevanti per le attività di comunicazione. Se la risposta è sì, dai spazio a questi argomento sui canali dell’impresa facendoti aiutare dagli influencer.

6 ) Chi si occupa di comunicazione interna deve sapere quando è meglio “non” comunicare 

Il volume di messaggi e notifiche è notevolmente aumentato negli ultimi due anni ed è normale vista la mole di nuove norme in tema di sicurezza sanitaria che hanno portato a lavoro ibrido, regole post-lockdown e cambiamenti nella corporate strategy. Lo stress causato da questo bombardamento di informazioni è altissimo e  ha spinto le persone a voler conoscere soltanto quello che è veramente importante preferendo modalità semplici e dirette. Qual è la migliore strategia in questi casi? Il silenzio. Potrebbe sembrare contrario a qualsiasi obiettivo di comunicazione, ma esistono dei benefici in merito a dei break di comunicazione di giorni o anche solo di un’ora ogni tanto.

 

Dal punto di vista di un manager di comunicazione interna, il tempismo è tutto e questo si applica anche ai casi in cui è meglio non comunicare. L’eccesso di informazioni infatti è una delle più frequenti cause di basso benessere digitale. L’allarmismo costante e l’ossessiva voglia di attirare l’attenzione sui social media porta a stressare il target e a demotivarlo, specialmente ora nell’era pandemica. E lo stress non è il miglior amico della produttività, anzi! La comunicazione deve essere sempre rilevante, i messaggi dovrebbero facilitare la vita dei lavoratori, non complicarla. E’ importante quindi pianificare dei periodi di silenzio nella comunicazione interna.

 

Le due best practice fondamentali: 

  1. comunicare meno: non c’è niente di male a prendersi delle pause, quindi è meglio evitare di inviare email nella pausa pranzo
  2. comunicare meglio: dare la possibilità ai dipendenti di esprimere il proprio punto di vista, fornendo gli strumenti adatti e tenendo in considerazione ciò che hanno da dire.

 

7) Puntare all’ascolto e al dialogo

Il lavoro ibrido è già la nuova normalità e questo rappresenta una sfida in termini di comunicazione interna. L’era in cui tutti i dipendenti erano sotto lo stesso tetto è finita, per questo una comunicazione basata sul dialogo è fondamentale. L’utilizzo di questionari e momenti per lo scambio di feedback sono solo esempi dei format che possono essere utilizzati.

 

Per concludere

Quali sono i trend in comunicazione interna per il 2022?

Autenticità, rilevanza e l’utilizzo dei giusti canali sono i fattori chiave per una strategia di comunicazione interna di successo nel 2022.


(Articolo tratto dal contenuto originale pubblicato da
Staff Base)

 

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram