gruppo-we-teller-2-minIl 2 dicembre scorso a Roma abbiamo realizzato per TIM l’evento “WE Teller Meeting 2019 – WE Listen, WE Share, WE Tell“.

Un appuntamento riuscitissimo, una giornata di crescita e arricchimento per gli oltre 130 WE Teller di TIM, gli internal ambassador, figure molto importanti per la comunicazione interna dell’azienda.

Per rendere i WE Teller una risorsa sempre più efficace, TIM ci ha infatti chiesto di ideare e organizzare un evento per rafforzare ulteriormente il loro spirito di gruppo e di appartenenza, l’entusiasmo e l’orgoglio per il loro ruolo in azienda, incrementando le loro capacità di comunicare i temi aziendali con competenza e chiarezza, motivandoli a raccogliere le nuove sfide del cambiamento.

Ed è stata una sfida anche per noi. Naturalmente l’abbiamo raccolta, mettendo in campo la nostra consolidata esperienza nell’organizzazione di eventi aziendali e iniziative di comunicazione interna.

 

Strategia e format dell’evento

cappello-TIMPer l’evento abbiamo scelto un nome forte e significativo: “WE Listen, WE Share, WE Tell”, che riassume in tre parole il fulcro dell’attività dei WE Teller, cioè ascoltare, condividere e raccontare ciò che accade nella loro azienda.

E ci siamo posti obiettivi ambiziosi per un meeting di una sola giornata:

  • coinvolgere i WE Teller in un’esperienza immersiva, comune e condivisa
  • farli partecipare ad attività di gruppo ma in grado di far emergere anche le capacità individuali
  • impegnarli in una simulazione realistica di attività di comunicazione
  • e last but not least, farli sentire al centro dell’attenzione della loro azienda

 

Per realizzare questi obiettivi abbiamo ideato un format in grado di mantenere alto il grado di engagement per tutta la durata del meeting e in tutte le attività proposte, dagli speech motivazionali agli interventi del management, fino alle attività di gruppo con la produzione di veri e propri strumenti di comunicazione da parte dei WE Teller.

E per esaltare al massimo il valore del “gioco di squadra“, abbiamo coinvolto un personaggio che per la sua storia personale e professionale rappresenta un ottimo esempio di motivazione e di sfida al cambiamento.

 

Special guest, Andrea Lucchetta!

Abbiamo scelto come conduttore e motivatore Andrea Lucchetta, pallavolista per tre volte consecutive campione del mondo negli anni ’90 con la nazionale azzurra ricordata ancora oggi come la “generazione di fenomeni”. Un personaggio che non ha mai perso la sua carica e la sua verve, che oggi esprime come commentatore sportivo e come public speaker.

Per la sua grande capacità di coinvolgimento e l’abilità nell’essersi sempre saputo reinventare, Andrea era secondo noi la persona giusta per creare quello spirito di evoluzione e collaborazione che volevamo fosse la nota dominante della giornata.

 

Dalla strategia alla pratica: il giorno dell’evento

luchetta-palco-minAl Nazionale Spazio Eventi di Roma – strategicamente scelto a pochi passi dalla stazione Termini per incentivare l’affluenza dei WE Teller che provenivano da varie zone d’Italia – la giornata ha visto alternarsi interventi del top management TIM, con momenti molto partecipati di Q&A, e lo speech motivazionale di Lucchetta che ha evidenziato un suggestivo parallelo sportivo/aziendale: l’internal ambassador dev’essere come il bravo capitano di una squadra, farsi interprete dello spirito del gruppo, condividerlo con i compagni e guidarli verso gli obiettivi comuni.

E lo spirito di squadra è stato messo in pratica fin da subito, con la suddivisione in gruppi tra persone che lavorano in luoghi diversi e che non si erano mai viste prima.

Con la collaborazione di Lucchetta, abbiamo quindi coinvolto i WE Teller in attività di gruppo che avevano al centro il cambiamento e la capacità di raccontarlo.

Ad ogni gruppo abbiamo chiesto di:

  • ideare uno spot di 30 secondi per comunicare tematiche aziendali
  • dimostrare la capacità di veicolare temi complessi in un linguaggio semplice
  • modulare lo storytelling su diversi target

Abbiamo infine invitato ogni gruppo a presentare pubblicamente il proprio progetto, mettendo il luce le proprie capacità relazionali, di comunicazione e di sintesi.

La carica e l’entusiasmo dei WE Teller a fine giornata sono stati l’esempio migliore dei grandi risultati di questo evento, per tutti coloro che hanno contribuito a realizzarlo.